Calendario

maggio
lu ma me gi ve sa do
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

>>>>> Torna alle scelte rapide

Preferenze di visualizzazione

Seleziona lo stile di visualzzazione:

Espandi

|

A |

 A

|

Mappa

>>>>> Torna alle scelte rapide


 

Sei in: Home > Ambiente > Tutela del territorio > Autorizzazione integrata ambientale

IPPC - Autorizzazione Integrata Ambientale

L'Autorizzazione Integrata Ambientale (o IPPC) è "il provvedimento che autorizza l'esercizio di un impianto rientrante fra quelli di cui all'articolo 4, comma 4, lettera c),o di parte di esso a determinate condizioni che devono garantire che l'impianto sia conforme ai requisiti di cui al titolo III bis del presente decreto ai fini dell'individuazione delel soluzioni più idonee al perseguimento degli obbiettivi di cui all'articolo 4, letetra c). Un'autorizzazione integrata ambientale può valere per uno o più impianti o parti di essi, che siano localizzati sullo stesso sito e gestiti dal medesimo gestore".

 

"Nuova Modulistica per la presentazione della domanda di Autorizzazione integrata Ambientale" ai sensi del D.Lgs. n. 152/2006 Parte Seconda Titolo III-bis

La seguente modulistica deve essere utilizzata dal Gestore dell'impianto in IPPC (per le attività individate dall'Allegato VIII del Decreto in oggetto) per la presentazione della  Domanda di Autorizzazione integrata Ambientale per tramite del competente SUAP (Sportello Unico delle Attività Produttive) per territorio:

- Domanda di Autorizzazione integrata Ambientale

- Schede AIA

Alla suddetta modulistica il Gestore dell'impianto dovrà allegare la "Relazione tecnica", redatta secondo quanto previsto nell'"Elaborato Tecnico 1:Relazione tecnica".

La modulistica di cui sopra è utilizzabile sia per la richiesta di nuova autorizzazione ai sensi dell'art. 29-sexis, che per la richiesta di rinnovo dell'autorizzazioe ai sensi dell'art. 29-octies (a tale proposito vedere la CIRCOLARE allegata).

Per le richieste di "modifica degli impianti" ai sensi dell'art. 29-nonies, deve essere utilizzata sempre la sopra richiamata modulistica e modalità per la redazione della Relazione tecnica, relativamente alle parti per le quali l'Azienda in IPPC chiede le modifiche.

Pubblicazione documentazione ex art.29-quater D.Lgs. n. 152/2006, parte Seconda Titolo III-bis

Elaborati agli atti consultabili presso la Direzione Ambiente e Gestione Rifiuti – P.O. Qualità Ambientale 


Regolamenti e Normativa

I documenti relativi all'IPPC (leggi, regolamenti, linee guida nazionali attualmente disponibili, BREF europei, linee guida orizzontali e di settore, MTD - Migliori Tecniche Disponibili) sono disponibili da scaricare nella sezione Documenti nel menu Risorse correlate.

Per informazioni relative all'ufficio, orari, indirizzi e modulistica clicca su Uffici e servizi nel menu Risorse correlate.

AVVIO DEL PROCEDIMENTO AI SENSI DELL’ART. 7 DELLA L. N. 241/1990.

OGGETTO: Istanza della Società GALVAIR S.r.l. con sede legale e Stabilimento in Barberino di Mugello in Via Edison n.10, Gestore Sig. Massimo Pasquetti, per l’ottenimento dell’Autorizzazione Integrata Ambientale, ai sensi degli artt. 29-quater e 29-sexies del D.Lgs. n. 152/2006 parte Seconda Titolo III-bis e succ. modif., per l’attività codice IPPC 2.6 dell’Allegato VIII del D.Lgs. n. 152/2006 parte Seconda Titolo III-bis “Impianti per il trattamento di superficie di metalli e materie prime plastiche mediante processi elettrolitici o chimici qualora le vasche destinate al trattamento utilizzate abbiano un volume superiore a 30 m3”.

Vista la comunicazione di avvio del procedimento di cui all’art-29-quater comma 3 del D.lgs. n. 152/2006 Parte Seconda titolo III-bis e succ. modif. e dell’art. 7 della L. n. 2141/1990 e succ. modif. del SUAP Associato dei comuni del Mugello del 10.10.2014 prot. n. 13328;

Ai sensi dell’art. 29-quater comma 2:

  • i documenti sono depositati presso la sede della Provincia di Firenze Direzione Urbanistica e Ambiente P.O. Qualità Ambientale in Via G.S. Mercadante n. 42 in Firenze, U.O. Autorizzazioni per la Qualità Ambientale e, una volta che codesto SUAP abbia notificato l’avvio di procedimento, saranno disponibili anche sul sito WEB della Provincia all’indirizzo www.provincia.fi.it/ippc;

  • l’unità Amministrativa procedente è la P.O. Qualità Ambientale e il Responsabile del procedimento è il Per. Ind. Roberto Marini U.O. Autorizzazioni per la Qualità Ambientale, Via G. S. Mercadante n. 42 in Firenze, tel. 055/2760803, fax 055/2761255 e 055/2760890 e-mail: ippc@provincia.fi.it, roberto.marini@provincia.fi.it; PEC: provincia.firenze@postacert.toscana.it

  • entro 30 (trenta) giorni dalla pubblicazione sul sito internet sarà possibile la presentazione di memorie e osservazioni sulla domanda, da parte dei soggetti interessati.

  • La pubblicazione è avvenuta in data 14 ottobre 2014 e la scadenza per la presentazione delle osservazioni è il 14 novembre 2014

17/09/2014 (data pubblicazione avviso su BURT)

OGGETTO: Impianto di incenerimento rifiuti non pericolosi con recupero energetico mediante produzione di energia elettrica ai sensi del DM 06/07/2012, con carico termico totale 65,2 MWt. loc. Case Passerini nel comune di Sesto Fiorentino (FI).Domanda di Autorizzazione Unica alla costruzione e all’esercizio, ai sensi della L.R. 39/2005 e del Dlgs 387/2005. Aggiornamento della Domanda di Autorizzazione Integrata Ambientale a seguito della pronuncia di compatibilità ambientale (DGP n. 62/2014), con effetto di variante agli strumenti urbanistici vigenti. DPR 327/2001 smi, art. 52 quater - procedimento con valenza di dichiarazione di pubblica utilità, urgenza indifferibilità e inamovibilità delle opere, con effetto di variante agli strumenti urbanistici vigenti e attivazione delle relative misure di salvaguardia nonché apposizione del vincolo preordinato all’imposizione in via coattiva delle servitù di elettrodotto.

Proponente: Q.thermo s.r.l

Scadenza osservazioni: 17/10/2014 .

CONSULTA LE PAGINE DEDICATE

Elaborati (art. 48 comma 5 LR. 10/2010):

DOCUMENTAZIONE AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE

DOCUMENTAZIONE PREVENZIONE INCENDI

>>>>> Torna alle scelte rapide