Calendario

aprile
lu ma me gi ve sa do
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4

>>>>> Torna alle scelte rapide

Preferenze di visualizzazione

Seleziona lo stile di visualzzazione:

Espandi

|

A |

 A

|

Mappa

>>>>> Torna alle scelte rapide


 

Sei in: Home > Pratolino > Luoghi del parco

Locanda (Osteria o Vecchia Posta)
Locanda (Osteria o Vecchia Posta)

Parco Mediceo di Pratolino

Il Parco Mediceo di Pratolino racchiude bellezze naturali affiancate a meraviglie costruite dall'uomo: in questa pagina riassumiamo le 17 aree più significative che i turisti possono ammirare nella loro visita.

Luoghi del parco

1) NUOVA FATTORIA E STALLE

 Il corpo principale fu costruito dal Buontalenti fra il 1579 ed il 1580 ed è giunto fino agli inizi dell'800 nella sua forma originaria.
 Poi venne notevolmente trasformato.
Attualmente non è visitabile perché in restauro.

2) LOCANDA (OSTERIA O VECCHIA POSTA)

E' uno degli edifci più antichi, anteriore sicuramente agli stessi interventi del Buontalenti. 
Serviva come rimessa per le carrozze.
Adibito a bar/punto di ristoro.

3) FAGIANERIA O VILLETTA

 Fatta costruire nel 1687 dal Gran Principe Ferdinando de' Medici.
 I Demidoff la restaurarono completamente fra il 1874 e il 1876.
 Fu poi trasformata in foresteria.
Accoglie gli uffici del parco. Non è visitabile all’interno.

4) PESCHIERA DELLA MASCHERA

Era una piscina per i bagni caldi. Durante il riordinamento attuato da Joseph Frietsch (direttore del parco dal 1818) fu riempita di terra.

La mappa dei luoghi del Parco
La mappa dei luoghi del Parco

5) GROTTA DI CUPIDO

Costruita dal Buontalenti nel 1577, conteneva internamente numerosi e celebri giochi d'acqua. Mantiene la struttura originale ma le decorazioni e le sculture che la ornavano risultano scomparse. E' visitabile soltanto dall'esterno.

6) VIALE DEGLI ZAMPILLI

In origine lungo 290 e largo 23 metri, era punteggiato ai lati da pile grandi e piccole alternate con panchine di pietra. L’acqua, zampillando con forza, vi creava un singolare pergolato.

 

7) GAMBERAIE

Furono ideate dal Buontalenti come sequenza di vasche irregolari che partivano dalla vasca dell'Ammannati e servivano come peschiere per l'allevamento di crostacei.
Attualmente non sono visitabili perché in restauro.

8) GROTTA DEL MUGNONE

Completata nel  1577 fu distrutta al tempo della ristrutturazione di Joseph Frietsch nel 1818 e fatta ricostruire arbitrariamente dalla principessa Maria Demidoff negli anni 1930-40

9) MONUMENTO A DEMIDOFF

Il monumento dedicato a Nikolai Demidoff è situato nel prato dove sorgeva la distrutta Villa Medicea. Si tratta di una copia in scala ridotta di quello eretto (1850) dello scultore Lorenzo Bartolini a Firenze in piazza Demidoff.

10) GRANDE VOLIERA

Accoglieva uccelli rari ed esotici. Terminata nel 1580 fu poi nel 1788 smantellata dai Lorena e trasportata a Firenze nel giardino di Boboli. Fu restaurata e modificata dai Demidoff nel novecento.

 

11) PAGGERIA (VILLA DEMIDOFF)

Era la paggeria del complesso mediceo (immagine sulla destra).
 Restaurata più volte fra il 1758 ed il 1799, venne trasformata in villa dai Demidoff nel 1872.
Accoglie la monumentale Sala Rossa.
Visitabile all’interno per gruppi in visita guidata.

12) CAPPELLA

 E' l'unico edificio giunto ai giorni nostri senza profonde trasformazioni.
 Fu costruita dal Buontalenti fra il marzo e l'ottobre del 1580.

13) GIGANTE DELL'APPENNINO

E' la struttura più nota.
Eretto dal Gianbologna fra il 1579 ed i 1580, aveva un tempo al suo interno grotte con decorazioni, affreschi e giochi d'acqua.
Fu restaurato sia al tempo di Ferdinando de' Medici che dei Demidoff. Attualmente non visitabile perché in restauro.

14/16) METE DI SPUGNA

I due termini naturali sono stati ricavati dalla grande spugna di 30.000 libbre arrivata dalla Corsica nel 1584 e in origine collocata al centro del prato ottagonale presso l'Appennino.
 Visitabili soltanto per gruppi in visita guidata.

15) FONTANA DI GIOVE

Si trova nel punto più alto del vecchio parco mediceo.
 Un tempo era ornata da una scultura di Baccio Bandinelli, ora a Boboli, sostituita dai Demidoff con copia in pietra serena.
Visitabile soltanto per gruppi in visita guidata.

17) CASINO NEOCLASSICO DI MONTILI

Fu realizzato intorno al 1820 su disegno dell'architetto Luigi De Cambray-Digny come belvedere e casino di caccia nel punto piùpanoramico del parco romantico.
 I Demidoff lo arredarono facendovi porre numerosi animali e trofei di caccia impagliati.
 Il salone del primo piano fu utilizzato come sala di scherma.
Visitabile soltanto per gruppi in visita guidata.

>>>>> Torna alle scelte rapide