Calendario

dicembre
lu ma me gi ve sa do
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

>>>>> Torna alle scelte rapide

Preferenze di visualizzazione

Seleziona lo stile di visualzzazione:

Espandi

|

A |

 A

|

Mappa

>>>>> Torna alle scelte rapide


 

Percorso pedonale di collegamento da Pontassieve al Sasso

Un lungo itinerario attraverso le colline, i boschi, i vigneti e gli uliveti, proponibile in entrambe le direzioni. Il percorso (naturalmente solo andata) si sviluppa per circa 19 km, un dislivello di quasi 800 m, e richiede circa 8 ore di cammino. Se percorso in senso inverso, con prevalente discesa, si risparmierà almeno 1 ora.

Descriviamo il percorso in partenza dalla Stazione ferroviaria di Pontassieve, da cui si sale nel centro storico (il Castello).

Il sentiero segnato CAI 7 sale per Via del Capitano, arrampicandosi poi sul Poggio di Bardellone (490 m). Questa parte è piuttosto faticosa, ma segue poi un lungo percorso tranquillo, con la breve salita alla Pieve di Montefiesole e la discesa al valico di Monterifrassine (368 m), caratterizzato dalla sagoma del Mulino a Vento, d'impianto ottocentesco.

 

Adesso bisognerà seguire la strada asfaltata per un bel pezzo, passando da Tigliano (418 m), salendo verso le Colline (518 m) e finalmente scendere a Galiga (500 m). 

Scarica il sentiero in pdf!

Il panorama qui è molto bello, sulla Valle dell'Argomenna sovrastata dal Monte Giovi.

Da Galiga si sale ripidamente per i calanchi che sovrastano l'antica chiesa (che poggia sulle fondamenta del castello medievale), si percorre un tratto di crinale fino ad incontrare il sentiero 6 che, scendendo sulla sinistra, ci porterà a S. Brigida.

 

Il percorso potrebbe anche finire anche qui, magari tornando a casa con un autobus di linea. Se i nostri programmi sono più ambiziosi, dobbiamo attraversare il paese verso Ovest, trovare il bivio delle Lucole e salire l'antica Via del Sasso (sentiero CAI 8) che ci porterà fino al Santuario.

 

Il percorso si presta per una traversata in due giorni da Pontassieve a Firenze, o viceversa, utilizzando i comodi treni per il rientro. Per il pernottamento di gruppi organizzati potete informarvi presso la foresteria del Santuario.

DOWNLOAD

    Scarica il file con le impostazioni GPS per il navigatore o per il tuo smartphone! (*)

  • tracciatoGpxFile
  • * Importante: per scaricare il file GPS bisogna cliccare con il tasto destro del mouse e selezionare l'opzione "salva oggetto con nome" o "salva link con nome". Successivamente il file sarà utilizzabile sul proprio dispositivo.

SCHEDA TABELLARE DEL SENTIERO

Lunghezza (m) 18200
Tempo di percorrenza Andata: 07:30 / Ritorno: 06:30
Accesso Sentiero CAI
Valore del sentiero interesse prevalentemente turistico
Livello di difficoltà privo di difficoltà tecniche
Adatto/non adatto ai bambini Non adatto a bambini ed anziani
Accessibile/non accessibile a persone disabili Non accessibile a disabili
Descrizione dei singoli punti di interesse storico, naturalistico, architettonico, paesaggistico / panoramico

Il Centro visite della ANPIL si

trova presso il Santuario della Madonna del Sasso. Sempre aperto durante il

giorno, è accessibile ai disabili Per gli accompagnatori è possibile arrivare

fino alla rampa con l'automobile.
Per il parcheggio si raccomanda di usare la piazzola a valle (100 metri più

sotto) e di raggiungere il Santuario a piedi. Il centro visite è dotato di

servizio igienici accessibili anche a disabili. 

Santuario della Madonna delle

Grazie al Sasso.

Situato a 565 m di altitudine,

il Santuario "Madonna delle Grazie al Sasso" rappresenta senza

dubbio il principale complesso architettonico dell'Area Protetta (si trova

proprio sul confine meridionale di essa) ed uno fra i più importanti del territorio,

specialmente dal punto di vista devozionale.Le caratteristiche del luogo,

alto sulla valle del Borro delle Sieci e circondato da boschi, favorirono fin

dall'antichità l'instaurarsi di pratiche di culto e di forme di eremitaggio.

 II Santuario attuale venne eretto a ricordo di eventi miracolosi verificatisi

sul finire del XV sec.: secondo la tradizione nel 1484 la Madonna sarebbe

apparsa sopra una roccia a due pastorelle della famiglia Ricovera, che

abitavano poco sotto, nella casa colonica di Linari. Esse ottennero la

guarigione del padre, che era gravemente Dopo questa ed altre apparizioni

avvenute nello stesso anno e in quelli seguenti, fu deciso di procedere alla

costruzione di un templio; i lavori, iniziati nel 1490, si conclusero ai

primi del secolo seguente.  

Mezzi di percorribilità solo a piedi
Fondo del tracciato Artificiale
Ambiente prevalente nel quale si sviluppa il sentiero (bosco, macchia, terreno…) coltivo
Percorribilità del sentiero transitabile
Esposizione prevalente del sentiero nessuna
Morfologia prevalente del paesaggio su cui si sviluppa il sentiero crinale
Qualità della segnalazione del sentiero buona
Dislivello totale andata (m) 800
Dislivello totale ritorno (m) 450
Nome località di partenza Pontassieve
Nome località di arrivo Santuario della Madonna del Sasso
Quota di partenza (m) 100
Quota di arrivo (m) 585
Segnavia (elemento alfanumerico o di altro tipo che caratterizza il sentiero) vari segnavia CAI

>>>>> Torna alle scelte rapide