Calendario

maggio
lu ma me gi ve sa do
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

>>>>> Torna alle scelte rapide

Preferenze di visualizzazione

Seleziona lo stile di visualzzazione:

Espandi

|

A |

 A

|

Mappa

>>>>> Torna alle scelte rapide


 

Sei in: Home > Territorio e Risorse Idriche > Progetti d'area vasta > Invasi multifunzionali

Invasi multifunzionali

Progettazioni legate alla mitigazione passaggio dell’alta velocità ferroviaria nel Mugello

La Provincia di Firenze è ente attuatore di una parte considerevole delle mitigazioni degli impatti provocati dal passaggio dell’alta velocità ferroviaria nel Mugello. Tali interventi sono finanziati con l’atto noto come “Addendum all’Accordo Procedimentale del 28 luglio 1995 e sue successive integrazioni relativo al quadruplicamento ferroviario veloce tratta Bologna – Firenze”, siglato a Roma il 19 Luglio 2002 fra Regione Emilia-Romagna, Regione Toscana, Ministero dell’Ambiente, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, TAV e RFI. Le risorse finanziarie coprono la realizzazione sia di misure di miglioramento dei sistemi acquedottistico e fognario nella zona degli impatti che di mitigazione e valorizzazione ambientale.


tracciato tav
Il Tracciato della Tav attraverso l’Appennino Settentrionale

Le attività sono incentrate sulla progettazione di interventi che possano portare alla ricostituzione delle risorse idriche sottratte all’ecosistema dal drenaggio delle gallerie Vaglia e Firenzuola. In sostanza si possono individuare due distinti settori di intervento:

  • ricostituzione delle risorse essenzialmente imperniato sulla progettazione e realizzazione di invasi
  • mitigazione degli impatti.


I progetti sinora sviluppati spaziano dall’accumulo di risorse idriche in invasi di piccola e media capacità alla mitigazione degli impatti sul deflusso di superficie generati dal drenaggio di galleria.
La Provincia è fra l’altro ente attuatore del primo ed unico intervento di mitigazione sinora realizzato, costituito dalla realizzazione di un by-pass idraulico sul torrente Rampolli in Comune di Borgo San Lorenzo che ha consentito anche nei periodi di magra estiva di restituire acqua alla cascata del Doccione, elemento naturalistico di grande pregio situato in prossimità del crinale appenninico che per la vicinanza con il sentiero GEA e la facilità dei percorsi trekking è frequentato da escursionisti di tutte le età.

L’individuazione dei tratti di alveo che presentavano le maggiori criticità è avvenuta avvalendosi della collaborazione del Dipartimento di Scienze della terra dell’Università di Ferrara che nelle annualità 2006 e 2007 ha effettuato una approfondita campagna di tracciamenti alveo - galleria lungo i settori vallivi di maggiore criticità in relazione all’azzeramento dei deflussi nel periodo estivo.

tracciato fluorescente
Prova di tracciamento con fluoresceina tracciante naturale fotosensibile e non impattante sull’ambiente in grado di monitorare il fenomeno di drenaggio delle acque di superficie da parte delle gallerie TAV.
mappa torrente bagnone e t.bosso
Localizzazione dei progetti degli invasi di fondovalle fra i corsi d’acqua T. Bagnone e T. Bosso (Comune di Borgo San Lorenzo e Comune di Scarperia)
by-pass t.rampolli
Il tracciato del by-pass sul T. Rampolli ed alcuni degli invasi localizzati dalla Provincia di Firenze nel paino delle mitigazioni. A destra particolare dell'opera di presa sul T. Rampolli

Per informazioni, orari e contatti utili dell'Ufficio clicca su Uffici e servizi nel menu Risorse correlate.

>>>>> Torna alle scelte rapide