Calendario

maggio
lu ma me gi ve sa do
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

>>>>> Torna alle scelte rapide

Preferenze di visualizzazione

Seleziona lo stile di visualzzazione:

Espandi

|

A |

 A

|

Mappa

>>>>> Torna alle scelte rapide


 

Sei in: Home > Turismo > Archivio notizie > Leggi

martedì 10 febbraio 2015

COMUNICAZIONE RELATIVA ALL'ABILITAZIONE PER LE GUIDE TURISTICHE E AMBIENTALE PER L'ANNO 2015

A seguito della entrata in vigore, il 4 settembre 2013, della legge del 6 agosto 2013, n. 97 (Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione euopea, Legge Europea 2013, pubblicata in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Serie Generale n.194 del 20 agosto 2013) l'abilitazione alla professione di guida turistica è valida su tutto il territorio nazionale.

E’ stato firmato il 29 gennaio 2015, dal Ministro dei beni culturali e turismo, Dario Franceschini, il decreto che individua i requisiti necessari ad ottenere l’abilitazione specifica per lo svolgimento della professione di guida turistica in siti di particolare interesse storico, artistico e archeologico e che ne disciplina il procedimento di rilascio. Saranno quindi le Regioni ad abilitare, per titoli od esami, le guide specializzate, che dovranno dimostrare una conoscenza approfondita delle eccellenze culturali presenti sui territori.

Il 18 febbraio 2015 la Conferenza Unificata esaminerà il secondo decreto, che individua tali siti di particolare interesse, divisi regione per regione.

I cittadini comunitari in possesso di abilitazione nel paese di provenienza e che intendono esercitare stabilmente nel nostro Paese devono seguire la procedura definita dalla legge e ottenere l’estensione territoriale di livello nazionale, previa applicazione della procedura prevista dal Decreto legislativo 206 del 2007. Tale procedura impone il riconoscimento, con apposito decreto da parte del Ministero dei beni culturali e del turismo, dell'abilitazione conseguita nel paese di provenienza riguardante la preparazione professionale ricevuta dalla guida turistica comunitaria nello Stato di appartenenza, e l'adozione di una misura compensativa (esame di abilitazione o tirocinio di adattamento).

In seguito all'entrata in vigore della legge di riforma Delrio sulle province (legge n. 56 dell'aprile 2014), la Città Metropolitana di Firenze è subentrata alla non più esistente Provincia di Firenze, dal primo gennaio 2015; restano da definire, nel campo delle professioni turistiche, quale ente avrà la competenza relativa all'abilitazione delle guide turistiche e ambientali.

Con successiva comunicazione sul sito di riferimento la Città Metropolitana di Firenze fornirà indicazioni in merito alle ulteriori modifiche normative ed istituzionali in merito alla competenza di questa Amministrazione.

>>>>> Torna alle scelte rapide